Anche da casa puoi fare del bene

Trascorrere un prolungato periodo all’interno delle mura domestiche può senza dubbio scatenare in noi un forte senso di monotonia e solitudine. E’ per questo che abbiamo pensato di suggerirvi i 4 modi, rigorosamente “made in Fata”, per restare vicini a chi ne ha più bisogno anche a distanza, contrastando la routine di questi giorni!

  1. Acquista e leggi un buon libro di Fata;
  2. Fai shopping online sul nostro profilo ebay;
  3. Lascia un po’ di dolcezza sull’uscio di casa di amici e parenti, acquistando online i nostri prodotti di Pasqua;
  4. Anche da casa puoi fare del bene: mostrati presente sui nostri profili social e visita il nostro sito Internet per scoprire in che modo poter aiutarci a distanza.

Un suggerimento extra… aiutaci con una spesa online per i nostri bambini! Per sapere come chiamaci allo 0239449393 o scrivici a info@fataonlus.org

Per qualsiasi donazione puoi utilizzare il nostro IBAN:  IT 98 S 02008 32900 000101505861

Anche da casa puoi fare del bene

Lascia un po’ di dolcezza sull’uscio di casa

Per Pasqua, con Fata, regala un momento di dolcezza ai tuoi bambini e ai tuoi amici, lasciando sull’uscio di casa le nostre uova di cioccolato con peluches e le nostre colombe con shopper personalizzate. Acquistando i nostri prodotti riuscirai ad essere vicino ai tuoi cari anche a distanza!

Scopri tutti i dettagli sulla locandina e contattaci a info@fataonlus.org / 0239449393 per fare il tuo ordine.

Pasqua_prodotti_Fata

Laboratori fatati contro la noia

Come sta succedendo in tutte le famiglie con bambini e ragazzi a casa da scuola, anche in Casa di Fata abbiamo dovuto inventare tanti laboratori per combattere la noia.

Laboratori di cucina per preparare biscotti e ravioli fatti in casa, laboratori sportivi per mantenerci sempre attivi, laboratori artistici per creare opere d’arte e laboratori di giardinaggio per coltivare la nostra passione per l’ambiente… insomma, così non ci si annoia proprio mai!

WhatsApp Image 2020-03-09 at 13.54.33 (3)  WhatsApp Image 2020-03-09 at 13.54.33   WhatsApp Image 2020-03-09 at 13.54.34 (4)   WhatsApp Image 2020-03-09 at 13.54.32 (3)  WhatsApp Image 2020-03-09 at 13.54.36 (2)

 

 

Polentata in maschera

Festeggia con noi Carnevale durante la nostra Polentata in maschera!

Ti aspettiamo domenica 23 febbraio dalle ore 12.45, presso l’Oratorio Sant’Antonio di Padova a Corsico, per un pranzo all’insegna dell’allegria e del divertimento.

E’ consigliata la prenotazione entro mercoledì 19 febbraio al numero 0239449393 o all’indirizzo mail info@fataonlus.org.

polentata in maschera

Corso volontari 2020

Anche nel 2020 Fata organizza un “corso itinerante” per nuovi volontari e per coppie e single interessati a diventare famiglie affidatarie e famiglie appoggio.

Ogni incontro avrà luogo il mercoledì sera dalle ore 20.30 alle ore 22.00, a partire dal 19 febbraio 2020.

Per maggiori informazioni e per fissare un colloquio conoscitivo contattare: info@fataonlus.org / 3703130596.

Corso_volontari_2020

San Valentino tra versi e vino | aperitivo di beneficenza

Mercoledì 5 febbraio dalle ore 19.30, presso l’enoteca Il Bottino in via Cascina Bianca, 20 a Milano, partecipa all’aperitivo di beneficenza “San Valentino tra versi e vino”, organizzato da Fata Onlus.

L’aperitivo sarà accompagnato dalla lettura dei sonetti d’amore di Shakespeare, interpretati da Alberto Bertolotti, Pedagogista Teatrale.

E’ consigliata la prenotazione entro sabato 1° febbraio al numero 0239449393 o all’indirizzo mail info@fataonlus.org.

San valentino

I vincitori della Lotteria 2019/2020

Un grandissimo ringraziamento a tutti coloro che hanno partecipato alla Lotteria di Beneficenza di Fata per l’anno 2019/2020.

Ed ora… a grande richiesta, ecco l’elenco dei biglietti vincenti!

premi lotteria 1

Parola d’esperto | Il confronto fra mamme

La gravidanza e la maternità sono senza dubbio esperienze totalizzanti nella vita di una donna, la quale vive il proprio ruolo di madre in modo sempre diverso. Denominatore comune è però l’insorgere di dubbi e incertezze non solo durante l’attesa, ma anche successivamente. Se da un lato la frenesia, il lavoro e le continue richieste possono rendere difficile la maternità facendo spesso sentire le mamme stanche e sole, dall’altro, può manifestarsi un senso di vergogna: non si osa dire quello che si fa con i propri bimbi per paura di aver sbagliato, non si osa dire che ci si arrabbia con i figli, non si osa dire che alcune giornate sono proprio negative, convinti che una volta che si diventa mamma, ‘la gioia più grande’, non si debba far fatica. Ecco perché prendersi cura di sé e del proprio benessere psicologico è fondamentale. Spesso, nel momento in cui si ricopre il ruolo di mamma, capita di trascurare i propri vissuti emotivi e avere la possibilità di condividere esperienze simili all’interno di uno spazio di ascolto può donare beneficio, in quanto aiuta a dare senso e significato a questi vissuti e ad abbandonare il senso di colpa di un dover essere una mamma perfetta. Una mamma deve sentirsi libera di esprimere quello che sente, senza sentirsi sola o discriminata. Il confronto fra più mamme, infatti, rappresenta un momento costruttivo in cui ci si scambiano informazioni e notizie utili. Purtroppo però, poiché nella società odierna c’è la tendenza a giudicare le scelte altrui, questo tipo di confronto può trasformarsi in una competizione tra mamme, generando in alcune di esse nuove insicurezze: si comincia a dubitare delle proprie capacità di madre, non ci si sente mai abbastanza all’altezza… e così dubbi e preoccupazioni si riversano inevitabilmente sui bambini. Ma la maternità, e tanto meno l’infanzia, non sono una gara; il confronto tra mamme, anche grazie al supporto di un professionista, serve a creare uno spazio sicuro di ascolto e condivisione per alleviare le fatiche che gravidanza e maternità spesso comportano.

Secondo il parere della dottoressa Chiorazzo “Quello che più colpisce nell’esperienza del lavoro con le mamme è il forte senso di solitudine: ‘con un figlio non sarai più sola, ti occuperai di lui sempre’, ma non è così. Una madre può sentirsi sola in sala parto anche se circondata da amici e parenti, sola a casa quando il compagno non c’è o quando al rientro a lavoro nessuno capisce quanto ci si possa sentire sollevati o, al contrario, stanchi. Da tutte queste sensazioni scaturisce l’idea del fallimento, poiché essere madre dovrebbe significare essere sempre felice e grata. Ma non sono le mamme ad essere sbagliate; quello che è successo a una è capitato a tutte. L’importante è chiedere aiuto”.

“I gruppi”, ribadisce la psicologa, “sono realmente dei momenti attraverso cui valorizzare e sostenere i cambiamenti che la maternità comporta, superando ostacoli e favorendo la crescita personale e lo sviluppo di nuove risorse. Insieme contribuiamo ad aumentare la consapevolezza della nuova identità di mamma che deve armonizzarsi con quella di donna, in una continua completa evoluzione. Nei gruppi, ci saranno altre mamme, degne compagne di viaggio che renderanno più leggeri anche i momenti più duri”.

hands-105455_1920

Sostieni Fata con Il Mio Dono

Sostieni Fata Onlus con ilMioDono: dal 4 dicembre 2019 al 29 gennaio 2020, visita il sito Internet www.ilmiodono.it e segui queste tre semplici mosse:

  1. Cerca l’Associazione;
  2. Scegli e vota il progetto Emozioni Fatate;
  3. Dona il tuo contributo.

Abbinando alla tua votazione una donazione di almeno 10 Euro tramite carta di credito (PagOnline) o MyBank, permetterai all’Associazione di ottenere ulteriori 5 punti (donazione plus) con la sicurezza garantita da UniCredit.

Segui il link https://www.ilmiodono.it/it/organizzazioni/lombardia/associazione_fataonlus_44/iniziative/emozioni_fatate_2.html e vota il nostro progetto!

gift-553149_1920

 

 

Associazione FA.T.A. Onlus con riconoscimento giuridico dalla Regione Lombardia
Sede legale - piazza San Giovanni Battista, 2 20090 Cesano Boscone (MI) - PI 05914770960 / CF 97241300157